Pensieri e Parole sulla Autocompiacimento. Di onanismo si e continuamente parlato (si e addirittura di continuo genere).


Pensieri e Parole sulla Autocompiacimento. Di onanismo si e continuamente parlato (si e addirittura di continuo genere).

Nel insegnamento dei secoli sono cambiate visioni, pensieri e parole. Facciamo un breve lista di citazioni, idee, parole e pensieri sull’auto-erotismo privo di nessun specifico rimando dottrinale.

Dati sulla autocompiacimento

Jackinworld ha trattato un sondaggio entro i suoi lettori. I risultati indicano affinche:

  • La cadenza media della autoerotismo scende da 11 volte verso settimana all’eta di 11 anni, per 5 per settimana sopra i 35 anni.
  • ci sono ampie fluttuazioni di cadenza da persona a tale.
  • 84% degli intervistati ha esperto a masturbarsi precedentemente dei 13 anni.

Le sensazioni dietro la autocompiacimento:

  • 89% si sentiva conveniente e rilassato,
  • il 10% si sentiva mediante mancanza,
  • 1% agitato.

Fra i lettori assai religiosi la provvigione che si sentiva in colpa dopo essersi masturbati, era del 19%. Richard Dobbins cita un esplorazione azzurri non identificato nel suo libro Teaching your children the truth about sex. Il 55% di tutti gli americani – come maschi affinche femmine – si masturba dall’eta di 13 anni. Piu in la l’80% comincia a masturbarsi a 15 anni di tempo. Il 95% degli uomini adulti e il 65% delle donne adulte si masturba.

Credenze mediche dei secoli passati sulla autoerotismo

1° tempo dC. I Romani cominciarono a utilizzare le parole “masturbor” e “masturbatore”. Le origini di queste parole e sconosciuta.

4° secolo dC. Un avvizzito del Talmud ebreo traduce: “ogni mano giacche ‘controlla’ [i genitali] regolarmente – dato che accaduto da una donna, e una avvenimento apprezzabile, ma dato che da un uomo dovrebbe capitare tagliato via“ (riferito alla autoerotismo mascolino).

13° periodo dC. Il saggio cristiano Alberto Magno raccomanda alle ragazze con pubescenza di passare i loro clitoridi al perspicace di accorciare la istigazione di avere rapporti sessuali, e dunque difendere la propria illibatezza.

17° eta dC.

Un prontuario inglese definisce “mastuprate” come “una usanza disonesta di competere i propri genitali”.

In giro al 1712 dC., il teologo olandese Dr. Balthazar Bekker ha stampato una trattato dal attestato: Onania, or the Heinous Sin of self-Pollution, And All Its Frightful Consequences, Sopra Both Sexes, Considered: With Spiritual and Physical Advice To Those Who Have Already Injured Themselves By This Abominable Practice.

Aiutante attuale artefice http://besthookupwebsites.net/it/siti-di-incontri-musulmani/ la onanismo portava per “disturbi dello appetito e digestivi, calo di brama ovvero brama goloso, disgusto, nausea, abbattimento degli organi di respirazione, tosse, afonia, arresto, abbassamento degli organi genitale scaltro all’impotenza, penuria di libido, mal di dorso, disturbi dell’occhio e dell’orecchio, flessione complesso dei sensi, pallore, snellezza, brufoli sul faccia, il deterioramento del possibilita intellettualistico, danno di testimonianza, attacchi di rabbia, pazzia, bestialita, morbo comiziale, passione e alla fine il suicidio“.

Jean Jacques Rousseau (1712-1778) ha scrittura sulla masturbazione nel suo volume Confessions, in quanto fu stampato nel 1780 poi la sua trapasso. Rousseau vedeva nella autocompiacimento (quando accoppiato con fantasie sessuali) una correttezza di violenza sessuale intellettuale; scriveva sull’auto-erotismo: “ha una esclusivo attrattiva durante l’immaginazione vivace. Egli consente loro di collocare, attraverso almeno manifestare, di incluso il erotismo femmineo a loro volonta, e di prendere la incanto in il loro piacere, in assenza di la ovvio di aver ottenuto il conveniente consenso”.

18 ° secolo dC. Con codesto periodo, un medico svizzero di popolarita Tissot credeva ed affermava perche le alterazioni del corso rubicondo all’epoca di qualunque attivita sessuale potessero portare danni al compagine rabbioso, demenza e cecita. E un curativo americano di quell’epoca, Benjamin Rush, considerava la attivita della masturbazione pericolosa attraverso la benessere psichico e fisica.

19° tempo dC. Uno letterato definiva la autocompiacimento shameful vice which decimates youth. (vizio ignobile che tributo i giovani). Nondimeno durante codesto periodo il Dott. Kellogg (creatore dei famosi corn flakes) parlava della autocompiacimento come qualcosa di deprecabile. Allo in persona modo il Dott. Graham (ideatore dei famosi cracker Graham) definiva la autocompiacimento che un crimine detestabile.

Thomas Laqueur, un insegnante di storia Berkeley e ideatore di Solitary Sex: verso Cultural History Of Masturbation, elenca tutti i mezzi ed i dispositivi utilizzati in verificare la autocompiacimento. Corrente libro ha venduto piu di veicolo quantita di copie (durante il periodo un best-sellers). Nel elenco la masturbazione evo definita maniera il sbaglio dell’uomo dei peccati, il colpa superiore in quanto aveva prodotto incredibilmente piu degrado sessuale, la paralisi e la affezione cosi come abbattimento di tutti gli gente vizi sessuali messi unita.


Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak.